The August Break – days 2/3

The August Break – days 2/3

Con orari un po’ improbabili, sto portando avanti il progetto “The August Break”, di cui ho parlato nel post precedente

Il tema di ieri, 2 agosto, era “Pattern” e, senza pensarci molto, ho scelto di fotografare alcune delle ceramiche che ho in casa. Questa passione è iniziata grazie a due momenti; uno di cui racconterò dopo, perché legato maggiormente alla foto successiva, e dopo aver visto la cucina palermitana di una mia ex coinquilina durante gli anni romani: una tipica cucina mediterranea, con piastrelle di ceramica sui muri, sul tavolo, sui mobili. Ho sempre amato, e sogno di avere, le cucine così: portano l’aria del sud, il sole e l’estate dappertutto. Purtroppo non ho ancora la possibilità di avere una cucina a modo mio, ma mi porto avanti comprando quello con cui riempirò gli armadietti…

14812421802_ae9a1da3a7_o

 

Il tema di oggi, 3 agosto, “Window” mi ha fatto rivivere uno dei momenti più belli della mia vita. Solo leggere la parola finestra mi ha fatto immediatamente ricordare questa foto: era il 10 marzo, ed io avevo iniziato da pochissimo il mio Erasmus a Coimbra, in Portogallo.

La scelta di un Erasmus in un posto non così “di moda”, come magari può essere la Spagna, non era stata casuale: anni prima ero stata in vacanza a Lisbona, innamorandomene perdutamente, tanto da avere una grande voglia di vivere la Lusitania e imparare la sua bellissima lingua.

Così alla prima occasione, feci richiesta per fare l’Erasmus in questo bellissimo paese. L’inizio non fu facile: faceva davvero molto freddo ed io non ero assolutamente preparata, soprattutto per un posto con case senza caloriferi, un po’ come noi al sud. Inoltre confrontarmi con gente nuova (italiana e non) non era stato così semplice come immaginavo, ero veramente diversa da come sono oggi!! E la fortuna di quel primo mese difficile fu proprio l’avere in mano un biglietto per tornare a casa per le vacanze di Pasqua.

Così il giorno prima di tornare a casa, mi organizzai con altre ragazze che avevo conosciuto per andare a Lisbona: loro andavano per assistere alla presentazione di un libro scritto dal loro professore di Portoghese dell’Università di Perugia, mentre io andavo per vedere di nuovo la mia amata Lisbona e prendere un aereo il giorno dopo.

La città ci accolse con un caldo inusuale per quei periodi, sembrava quasi estate! Eravamo ospiti di un’altra ragazza dell’Università di Perugia, che studiava a Lisbona, e condivideva con altri ragazzi, una casa meravigliosa nell’Alfama, il quartiere antico della città. Salimmo e scendemmo decine e decine di scalini in vicoli strettissimi prima di arrivare davanti ad un portone scassato: una volta dentro, superati altri 10 scalini alti 20 centimentri ognuno, entrammo in una sala luminosa e spiazzante: un murales di azulejos campeggiava sulla parete di fronte alla porta, sulla quale poggiava un divano fatto con pallet riciclati e cuscini colorati (quando youtube non era il re del DIY). On air le Cocorosie, rendevano il momento praticamente perfetto.

Nel frattempo che la padrona ci casa ci preparava un buonissimo caffè alla cannella (che ancora oggi preparo quando ho bisogno di rivivere quei giorni), servito poi in tazzine in ceramica verde con piattini a forma di foglia, abbiamo fatto un giro della casa, piccola il giusto, e in camera da letto non ho potuto fare a meno di fotografare la vista offerta dalla minuscola finestra: il tetto di una Chiesa che lasciava intravedere l’estuario del Tago.

Sono passati quasi 10 anni e di quei giorni ricordo ancora tutto: colori, odori, aroma, sensazioni. Mi manca tutto.

14634763900_14e31b6278_o

 

E’ tardissimo.

Boa noite.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...