Gli Sposi di Maggio

Gli Sposi di Maggio

Questo mese me la sono voluta far facile: oggi, 17 maggio, è il secondo anniversario di matrimonio delle Polpette, quindi come non preparare una Playlist con alcune delle nostre canzoni.

Io e Angelo ci siamo conosciuti in discoteca, e per buona parte (per ora 😉 ) della nostra storia, ballare è stata la nostra occupazione principale nel tempo libero.

Siamo stati presenza fissa nei mercoledì dei Magazzini, nei venerdì e sabati del Tunnel, abbiamo viaggiato per ballare e abbiamo vissuto momenti bellissimi con sottofondi trance e techno.

Poi è subentrato il sonno, ma la musica dabballare resta la nostra preferita. Ed è quella che facciamo ascoltare principalmente anche a Leone (piccoli clubber crescono).

Così oggi sono già passati due anni da quello che è ancora uno dei giorni più belli della nostra vita. Il 17maggio2014 è stato un giorno di vittoria per me, pieno di soddisfazioni e gioia. Sento tutte quelle emozioni ancora oggi, tanto che mi risposerei altre mille e mille volte!

E ora: let’s dance!

Spero che la playlist Nozze di Cotone vi piaccia!

Enjoy it!

Forse non lo sapete, ma è Agosto.

Forse non lo sapete, ma è Agosto.

Agosto mi piace da quando avevo 28 anni, prima se avessi potuto eliminarlo dal calendario, l’avrei fatto più che volentieri.

Quando ero adolescente Agosto significava solo i 30 giorni che mancavano all’inizio della scuola (il vero sciallo per me!) e alla fuga dal negozio dei miei, dove venivo puntualmente rinchiusa per aiutare la famiglia (so benissimo che mia madre legge questo blog).

Poi è arrivata l’università, e li Agosto era la fuga dalla calura romana (ma sempre la chiusura nel negozio), fino all’arrivo di Settembre. Ed infine il primo impiego, con le classiche due settimane di ferie che comportavano, anche se in misura minore rispetto agli anni passati, il ritorno nel negozio.

La svolta, vera, è stata l’arrivo di Polpetta nella mia vita: finalmente ferie vere, come le persone normali! Posti nuovi, viaggi, b&b, lingue straniere, cose FIGHE!

E quest’anno: L’apoteosi: oltre al mese di congedo matrimoniale + viaggio di nozze, da domani sarò in ferie per altre 3 settimane. Insomma, rispetto ai miei standard lavorativi quest’anno non ho lavorato un beato niente (ovviamente c’è dell’ironia!).

Allora ho deciso di dedicare il mio Agosto 2014 a due progetti: il #SticazziVacations e #augustbreak2014 , progetti prevalentemente fotografici, che vorrei però condividere su tutti i miei canali sociale

Il primo, è un mio progetto, a cui ho pensato quando ho scritto alla mia amica israeliana Hadar che per queste ferie ho organizzato un tour in giro per l’Italia. Né lei né suo marito, Assaf, sono mai stati in Italia, e un po’ perchè mi chiedono sempre foto dei posti in cui andiamo, un po’ per convincerli a venire a trovarci, ho deciso di fotografare le mie vacanze e di condividere con lei, e con voi, i bei posti che abbiamo nel nostro stupendo Paese.

Il secondo l’ho scoperto tramite il sito di Pretty In Mad, che partecipa per il 3° anno a questo bellissimo progetto ideato da Susannha Conway che da le linee guida per poter postare una foto al giorno, per tutto il mese di Agosto. Alla vostra destra dovrebbe anche essere il banner del progetto…peccato che io non riesca a fargli fare il suo dovere (anzi, se qualcuno è più esperto di me, può darmi una mano???).

Le foto possono essere pubblicate sul blog, su Instagram, sul gruppo Flickr, utilizzando l’hashtag  #augustbreak2014

Qui di seguito la lista dei temi consigliati:

The August Break prompts | SusannahConway.com

 

E qui la prima foto che ho postato. E’ uno dei pranzi che non dimenticherò mai: eravamo a Longbay Beach, una delle spiagge più belle del Portland, e Clife, un rasta di 34 anni con 3 figli sparsi nel mondo, ci ha cucinato le aragoste più buone che abbia mai mangiato. Il segreto? Acqua di mare ed una salsina segreta che mi ha confidato (come credo faccia con tutti i turisti che vanno a trovarlo…) solo che io l’ho fregato: il beef time, pianta appartenente alla famiglia della menta, ma con un buonissimo odore che ricorda il timo, io me lo sono fatta dare da un altro rasta, l’ho piantato e ora sta facendo foglie nuove…così la salsina segreta posso farla tale e quale!

IMG_20140801_180337[1]

A domani, con una nuova immagine da raccontare!

Il Nostro Matrimonio è (Stato) Differente

Il Nostro Matrimonio è (Stato) Differente

270 invitati, 210 partecipanti da tutta Italia e dagli USA, 4500 Garofani, circa, utilizzati in più di 50 Flower Balls, più di 100 palloncini, migliaia di fazzoletti, 50 sacchetti di riso, un aperitivo e una cena con 6 portate, 26 kg di dolci, litri e litri di acqua, vino bianco e rosso, rum, gin, vodka centinaia di fichi, migliaia di confetti, due Bouquet, due giarrettiere, 3 paia di scarpe, due vestiti, due anelli, l’attesa di un viaggio di nozze fantastico, due famiglie, due persone e tanto tanto tanto amore.

Approssimativamente (ho erroneamente eliminato la bozza del post scritta il giorno dopo, con dati più corretti, e ora mi tocca andare a memoria) questi sono i numeri che hanno portato ad essere il Nostro Giorno uno dei più belli della nostra vita.

E’ passato già un mese, e mi sento come se ancora dovesse succedere tutto. Solo ora riesco a scrivere questo post, nonostante il tempo passato, le emozioni sono ancora vive e presenti. Non sono obbiettiva, sono di parte, non sono lucida quando ne parlo: il nostro Matrimonio non è stato bello, è stato ASSOLUTAMENTE STRABILIANTE, fantastico, meraviglioso. E a renderlo così speciale è stato solo tutto l’amore che ha pervaso ogni singolo componente dell’evento.

C’era amore nelle nostre famiglie. Amore tra gli invitati durante tutto il matrimonio. Amore nell’aria. Amore tra Angelo e Mariangela.

Sarà difficile, per fortuna, dimenticare quello che la gente intorno a noi ci ha trasmesso…sarà che abbiamo improntato tutto l’evento più sui nostri invitati che su noi stessi, sarà che abbiamo famiglie e amici di una bellezza rara, sarà perchè ti amo, sta di fatto che non c’è stato un singolo partecipante che non ci ha fatto sentire soddisfatti del nostro lavoro. Ognuno ha investito quanto più poteva pur di stare con noi, sorreggerci e festeggiarci, ed è stato grazie all’affetto di ogni singolo componente che i tasselli di un grande puzzle si sono messi al loro posto soli, come per magia.

Abbiamo voluto sposarci per avere, almeno una volta nella vita, tutte le persone che amiamo insieme, intorno a noi. Ed è stato bellissimo…grazie a tutti voi che sapete che questo grazie è per voi…per chi c’ è stato fisicamente, per chi non ha potuto, per chi ci ha aiutato, per chi ci ha “preparato”, per chi ci ha abbellito, per chi ci ha tenuto.

Volete vedere quanto amore c’era? Allora scorrete sotto…io mi emoziono un sacco guardando queste foto!

P.S.: non sono brava a photoshoppare, perciò tutte le foto sono come mi sono state date, senza trucco e senza inganno. Al massimo con qualche filtro Instagram.

P.P.S.: mi dispiace di non avere foto con tutti…

 

Polpetta e la sua mamma. (Thanks to Mediterraneo Palace Hotel)
10366155_867250553291683_109610005339421781_n

Io e il mio papà (nascosto), sulla meravigliosa Ape che ho sognato per una vita…

10341694_867251406624931_4855868350209582353_n

Le mie foto preferite…

(ph. Francesco Bruno)

_MG_9634

(ph. Francesco Bruno)

_E1Y0205

(ph. Marco Caputo Films)

10300208_10203337070282723_3538925247911525470_n

(ph. Marco Caputo Films)

10320512_10203337068522679_2982910175382733825_n

(ph. Marco Caputo Films)

10363933_10203337069362700_7970378170834895991_n

Polpetta’s family

_MG_9667

Sticazzi’s family

_E1Y0392

“Vi dichiaro Marito e Moglie”

_E1Y0084

(thanks to MariaEmanuela for this beautiful collage)

10371730_10154216038930192_4611670717751906518_n

I nostri bellissimi Testimoni

_E1Y0080

The best friends ever…

_E1Y0280

_E1Y0302

10374898_10203733722131421_7224360106934760272_n

Polpette in Love @ Chianura, Amantea

_E1Y0382

_E1Y0398

_E1Y0438

Collage tratto dalla chiacchierata su Skype, fatto da nostro cugino Juancho che vive a Panama! (beato lui!)

Wedding 1 - Juancho

#cuginanzainlove

Capanna/Sesti/Campaiola/Palladino

La nostra bellissima torta, con SuperMario e la Principessa Peach! (thanks to Liliana)

_E1Y0456

Selfie time con le mie amiche…

_E1Y0121

…e con mia sorella!

10385371_10203712569523124_6689244860225457105_n

 

 

Grazie a tutti. Non lo dimenticheremo mai.

Sig.ri Polpette

Il Nostro Matrimonio è Differente: – 12 giorni

Il Nostro Matrimonio è Differente: – 12 giorni

Ultima settimana a disposizione per sbrigare le poche cose rimaste da fare. Mi conosco, sono una donna completamente disorganizzata e le mie giornate sono piene di imprevisti che creo io stessa, ma questo matrimonio è stata la prova che dal caos si può uscire e migliorare.

In questi giorni mi sto chiedendo spesso che tipo di persona voglio essere in questa nuova vita, e ci sono tante piccole cose che vorrei davvero cambiare. (Polpetta, tranquillo, uscire di più ed avere più tempo per divertirsi ė tra quelle!!)
Il fatto è che di buoni propositi ne faccio ogni anno, ogni settembre, ogni inizio mese, ogni lunedì, ma puntualmente vengono disattesi il giorno dopo. E forse questa è la prima cosa che devo cambiare: ridurre al minimo l’incostanza ( anche se credo fortemente di soffrire della Sindrome da deficit di attenzione).

Un’ altra delle cose che dovrò modificare nella mia testa, è la percezione del mio corpo. Ero sicura, fortemente, che finalmente, almeno per il giorno del mio matrimonio, sarei stata come ho sempre desiderato, ma nemmeno questa volta la mia forza (???) di volontà mi ha supportata in quello che provo a raggiungere da anni. Quindi? È arrivato il momento di dire basta a diete inutili e accettare il fatto che il cibo ha un valore troppo importante per potervi rinunciare, anche se in minima parte? Ma la paura di non avere più una sorta di tensione quando vedo il peso sulla bilancia che aumenta, rischiando così di iniziare ad esagerare e di raggiungere un peso che potrebbe farmi del male, è tanta. Se oggi il mio corpo è ancora così devo ringraziare proprio questo stato mentale che non mi fa dimagrire, ma nemmeno aumentare troppo.

Mi sento come in un limbo dove non sono assolutamente soddisfatta di quella che sono, ma penso che sono meglio di quello che mi fa paura…questa è la mia ansia a 12 giorni dal nostro giorno. Questa è la mia ansia da una vita. Quindi credo faccia poco testo…se poi nasci in un posto dove cucinano certe cose, come puoi dimagrire? (Grazie a Francesca Sicoli per questo bellissimo video)

Il Nostro Matrimonio è Differente: – 30 giorni

Il Nostro Matrimonio è Differente: – 30 giorni

20140417-085029.jpg

Sono passati più o meno 11 mesi. Da quel giorno in cui si è presa la decisione di sposarsi, all’incirca, quello è il tempo passato.

La certezza è che oggi, 17 aprile, mancano 30 giorni al “quel” giorno.

E dopo 11 mesi di tranquillità, pacatezza, apatia, oggi, 17 aprile, ho fatto il botto.

Cioè, piango da questa mattina, da quando ho visto questo:

Ho pianto vedendo questo:

Poi ho sentito questa, e ho pianto:

E non sto i riportarvi gli spezzoni di The Voice, Affari tuoi, Boss delle Torte, che mi hanno totalmente prosciugata.

 

So’ disperata. C’ho due occhi che sembro un ranocchio e ‘sto naso che cola in continuazione.

Inizia bene il mio ultimo mese da nubile.

 

 

Il Nostro Matrimonio è Differente: – 92 giorni

Il Nostro Matrimonio è Differente: – 92 giorni

E’ già passata una settimana? Quando si aspetta qualcosa, è proprio vero che il tempo passa anche troppo velocemente.

Non l’ho ancora scritto, ma io soffro di ansia nervosa, ed è cronica visto che è un sintomo che mi accompagna da ben 22 anni, precisamente da quando ho fatto gli esami di 5a Elementare. Da quel momento ho iniziato a cercare di evitare il più possibile tutto quello che può provocarmi attacchi d’asma, e così è stato anche per l’organizzazione del matrimonio.

In realtà mi sono limitata a giocarmi la carta del “Oddio mi viene l’ansia” per far si che tutti, o quasi, seguissero sempre, o quasi, le mie tempistiche, e alla fine dei conti devo dire che la cosa ha avuto riscontri moooolto positivi: mancano 92 giorni e sia io che Angelo siamo super tranquilli. Per ora…

Nel mio essere così in anticipo sui tempi, roba che manco Chanel nel pensare le nuove collezioni, la prima cosa che ho fatto il giorno dopo aver confermato data in Chiesa e al Ristorante è stato contattare Marco Caputo ( www.marcocaputofilms.com ), un videomaker che spacca con al seguito una squadra che spacca.

Conosco Marco da tempo, e dopo aver scoperto il suo nuovo lavoro ho deciso che il “filmino” del mio matrimonio sarebbe stato affidato a lui, perchè sa far meravigliare. Non ci credete? Guardate questo video e ditemi se non vi viene voglia di (ri)sposarvi:

Credo che il loro lavoro (perchè Marco è una squadra) riesca a far vedere dov’è l’amore tra due persone, e lo fa cogliendo gesti, sguardi, emozioni che mai mi era capitato di vedere in un semplice video di un matrimonio. Riescono a riempire il video di sensazioni piacevoli, nonostante ci siano poche parole ti sembra di sentirne sussurrare di dolci. Aggiunta la maestria nello scegliere una colonna sonora perfetta e tanta bravura e passione, il risultato è solo in parte quello che avete visto nel video postato. Ed io non vedo l’ora di vedere il nostro film. Tutto.

Che ne pensate? Vi piace? Io continuo a guardarlo e ad immaginare…

Il Nostro Matrimonio è Differente

Il Nostro Matrimonio è Differente

E qua, dice, vuoi fare la figa. Ma lo giuro, è così: il nostro matrimonio è differente! Non solo perchè noi siamo differenti, ma lo è anche il modo in cui lo stiamo organizzando, i punti di vista, le tempistiche, la disponibilità, i sogni e il reale. Parto col dirvi che nel mio paese non ci si sposa a Maggio, perché dicono ci sia un giorno, ma non si sa quale, che porta sfortuna…e noi abbiamo scelto pure il 17!

Nasce così questa piccola rubrica a scadenza con la quale vorrei condividere (e un domani ricordare) l’organizzazione di uno dei momenti più belli della vita, o almeno così dicono.

Ci siamo presi un bel po’ di tempo avendo deciso di sposarci più di un anno fa, quindi confermata la disponibilità del ristorante che già allora aveva libero solo una data e braccato il prete per bloccare la data in Chiesa, abbiamo dato il via alle danze.

Tutto questo tempo ci è servito per diversi motivi, un po’ perché ci sposiamo a 1.200 km di distanza da dove abitiamo, (God Save Whatsapp!) un po’ per permettere ai nostri invitati di organizzarsi con biglietti ed eventuali ferie. E proprio quello degli invitati, sopratutto quelli che vengono da lontano, è stato un aspetto che abbiamo curato molto per soddisfare il nostro principale obiettivo: far stare bene tutti e avere intorno chi ci piace. Proprio per questo motivo abbiamo scelto di sposarci nel pomeriggio, così da permettere di arrivare anche la mattina stessa e di tornare con tranquillità la domenica, magari aggiungendo al tutto qualche ora di mare!

Inoltre il tempo ci è servito ad essere ancora più sicuri del nostro passo, a gestire meglio l’ansia (mia) che sicuramente arriverà tra qualche settimana, ma che mi sono imposta di vivere serenamente, per abituare tutti all’idea che dobbiamo far festa e per cercare quello che per noi è il meglio.

Non abbiamo dato un tema specifico al matrimonio, dal momento che le cose che ci accomunano maggiormente sono i tatuaggi e i colori, abbiamo scartato il mondo dei tattoo, tema difficilissimo da sviluppare per un matrimonio senza far sembrare il tutto una festa di 18enni, e ci siamo buttati sul più scontato e allo stesso tempo fantastico mondo dei colori, e devo dire che questa strada ci ha portato ad avere pochissime difficoltà nel trovare tutto il necessario.

Nei prossimi appuntamenti mi piacerebbe farvi leggere di chi ci sta aiutando nel nostro progetto, delle idee che stiamo facendo diventare realtà, di quelli che sono i nostri sogni per quel giorno e di quanta gioia gravita intorno al nostro evento. Nel frattempo mi rimetto a cercare le scarpe…maledette!!